Chiesa della Madonna della Consolazione

La Chiesa della Madonna della Consolazione, esistente fin dal 1526, venne consacrata nel 1565 e affidata ai frati francescani per i quali venne edificato un convento, utilizzato a tale scopo fino al 1904 e abbattuto nel 1960. Oggi la Chiesa si presenta in stile baroccheggiante. Il pregevole portale principale in legno è intagliato con cherubini, gigli farnesiani, grottesche e vi si possono ammirare due scene dell’Annunciazione. Il soffitto a lacunari in legno scolpito e dipinto, fu iniziato nel 1615 ed è una rara testimonianza dell’arte francescana. Nel quarto lacunare si può ammirare S. Francesco. Il Coro dietro l’altare maggiore, datato 1604, presenta artistici sedili in legno. La grande sagrestia presenta il soffitto affrescato e preziosi armadi in legno. Vi si trovano anche reliquari in stile barocco, contenenti preziose reliquie. L’altare maggiore, realizzato nel 1590 è sormontato da un tempietto in legno dorato al centro del quale tre angeli sorreggono un affresco ovale raffigurante la Madonna della Consolazione ritenuto miracoloso. Secondo la tradizione popolare l’affresco si trovava originariamente in una piccola cappella di campagna dove tornava ogni volta che si provava a spostarlo, il miracolo cessò quando in quel punto venne eretta la Chiesa della Madonna delle Grazie e al posto dell’affresco fu posta una copia. Il cardinale Alessandro Farnese, mosso da tali prodigi, decise di risistemare la chiesa e porre l’immagine della Madonna nel tempietto. Nelle cappelle laterali si conservano numerose opere d’arte, come la tela raffigurante S. Francesco in preghiera attribuita ad Annibale Carracci e un bel crocifisso ligneo.

Language

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • 中文

Audioguide