Giardini bassi

I giardini progettati dal Vignola e realizzati entro il 1583, attuano compiutamente la trasformazione della rocca in villa e si connotano come giardini segreti cinti da un alto muraglione. Dietro il Palazzo, all’altezza del Piano Nobile, si aprono a ventaglio due grandi riquadri sopraelevati: il giardino dell’Inverno e quello dell’Estate. Sono raggiungibili tramite ponti, in origine mobili, che scavalcano il fossato. Nel giardino dell’Inverno vi è la scenografica Fontana dei Tartari, mentre nel giardino dell’Estate la Fontana dei Satiri. Entrambi si presentano ordinatamente ripartiti da siepi in 16 riquadri. Di particolare interesse sono le quattro statue in peperino delle Hore con funzione di meridiane, poste al termine dei ponti di collegamento col palazzo.

Language

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • 中文

Audioguide